Proiezioni

AIDAN 5

Farsi clonare era una delle clausole sul contratto di assunzione,
un detective clonato può svolgere molto più lavoro…

Quello sopra riportato è il concetto alla base di Aidan 5, una webseries che mischia fantascienza e noir, con tanto green screen e fondali disegnati, con un effetto un pò alla Sin City. Ecco a voi Aidan 5.

Per saperne di più, leggetevi questa intervista a Ben Bays showrunner della serie fatta dal nostro amico Zefram Cochrane di Itasa.


 

HUSBANDS

Husbands è una sitcom americana scritta e creata da Brad Bell e Jane Espenson partita il 13 settembre 2011. Le star della serie Brad Bell e Sean Hemeon sono una coppia gay appena sposata. La serie ha avuto una seconda stagione andata in onda nell’agosto del 2012 e la terza partita il 15 agosto di quest’anno.

La sitcom ha ospitato molti volti a noi noti come Nathan Fillion, Joss Whedon, Tricia Helfer, Sasha Roiz e il nostro ospite Michael Hogan.

Visto che la proiezione degli episodi con guest star Michael Hogan sono praticamente una anteprima europea, sarà lo stesso Michael a parlarvi della serie e ad introdurla.


 

EUROPA REPORT

Europa Report è un film del 2013 diretto da Sebastián Cordero, di genere found footage cioè girato come se si trattasse di un documentario.

Sei astronauti di diverse nazionalità vengono radunati per formare la squadra che farà il primo viaggio verso Europa, quarto satellite naturale di Giove, per cercare possibili forme di vita aliene.


 

SVISTI E RIVISTI

Si tratta di una serie di corti che avevamo già proposto nella Ferrara Fantascienza & Games e che qui riproponiamo. Nel frattempo il mondo del corto ha prodotto altre bellissime piccole opere d’arte e abbiamo pensato di sottoporli alla vostra attenzione. La fantascienza si presta perfettamente alla realizzazione di corti e con questa proiezione ve ne renderete conto voi stessi.

CLOSER il nuovo progetto di Angelo Licata

Qualcosa di terribile sta per accadere alla Terra, ma Luke (Vincenzo Alfieri) e Sara (Elena Cucci) ne sono ignari e sperano solo di godersi un solitario e passionale weekend campeggiando nel bosco. Due misteriosi visitatori da altri mondi sconvolgeranno i loro piani e cambieranno per sempre il loro destino.

ARROWHEAD: SIGNAL di Jesse O’Brien, Samuel Baulch e Ryan Stevens

Arrowhead: Signal è un cortometraggio australiano su di un mercenario bloccato su un pianeta deserto , in attesa di soccorso , mentre una creatura dentro di lui rischia di emergere.

GROUNDED di Kevin Margo

Il viaggio di un astronauta nello spazio e la vita finisce su un pianeta ostile extrasolare. Grounded è un corto metaforico dalle molteplici interpretazioni che invita lo spettatore alla riflessione. Il tema dell’invecchiamento, il tempo, l’ereditarietà, l’approvazione paterna, e l’effetto dei comportamenti delle passate generazioni. Poco importa se è il pianeta ad avere quell’effetto sull’astronauta o qualche altro strano gioco della mente.

OCCUPATION: MOVEMENTS II & III di Eric Schockmel

Si tratta solo di uno dei tanti corti che fanno parte del progetto Syscapes. Si tratta di un processo di ricerca visiva personale, che l’autore ha iniziato durante il corso di Design Communication MA presso il Central Saint Martins. Eric era affascinato dalle possibilità, quasi illimitate, di raccontare storie in uno spazio virtuale, simile agli ambienti dei videogiochi, utilizzando segnali visivi per generare relazioni di causa ed effetto. Per fare questo, ha iniziato con la creazione di isole galleggianti che potrebbero rappresentare biosfere o culture, e li ha fatti reagire tra di loro. Il progetto Syscapes da allora ha attirato l’attenzione di persone che lavorano nel campo della biologia sintetica, con proiezioni in occasione di eventi di crossover arte-scienza di tutto il mondo.

PHATOS di Dennis Cabella e Marcello Ercole

E’ un cortometraggio completamente italiano. I suoi ideatori fanno parte di Illusion, una società di videoproduzioni nata a Genova nel 2003, i  titolari sono Dennis Cabella e Marcello Ercole. la realizzazione di questo cortometraggio è durata 3 anni.

L’idea, rispecchia la vita di tutti i giorni: Gli autori si sono immaginati un futuro,in cui la terra è completamente ricoperta di rifiuti e in cui il consumismo deviato della società è arrivato all’eccesso, un modello di vita che porta l’uomo a pagare perfino i propri 5 sensi.

RETURN di Nikita Ovsyannikov

Il cortometraggio “Return” è un tentativo di condurre il pubblico attraverso le emozioni e le sensazioni di un uomo che ha perso tutto, la stessa consapevolezza di sé e del mondo che lo circonda . La sua vita si è trasformata in un film in bianco e nero in cui tutto ciò che gli è rimasto sono i suoi ricordi e l’ardente desiderio di tornare indietro nel tempo.

ROSA di Jesús Orellana

ROSA è ambientato in un futuro apocalittico in cui l’umanità sembra scomparsa dopo essersi lasciata alle spalle un’immensa megalopoli senza vita. Dalla distruzione risorge ROSA, un misterioso robot dalle fattezze femminili parte del progetto KERNEL, l’ultimo tentativo umano di restaurare l’ecosistema del pianeta recuperando piante e specie vegetali estinte da secoli.

SIGHT di Eran May-raz e Daniel Lazo

In un futuro verosimilmente non lontano dal nostro presente, un uomo vive la sua routine giornaliera scandita dall’utilizzo costante di una nuova tecnologia. Si tratta di “Sight”, interfaccia oculare a realtà aumentata sviluppata dalla Sight System, in grado di cambiare radicalmente il modo di pensare la realtà e di interagire con essa. Ben presto, però, risulta evidente come Sight influenzi pesantemente anche le interazioni sociali e risulti poco sicura e pericolosa sotto molti punti di vista…

SOUVENIR di Mario Orman

Apocalittica istantanea in computergrafica di un “superstite” della Terra, visivamente degna di un prodotto hollywoodiano. Gli alieni se ne vanno portandosi via un vivo ricordo. Souvenir dimostra come si possa creare una vera e propria micro-storia a se stante sfruttando suggestioni visive, rimandi alla fantascienza di sempre e centellinati elementi ansiogeni e ovviando con creatività alle canoniche limitazioni imposte dal budget.

STARDUST di Mischa Rozema

Nuovo cortometraggio del regista Mischa Rozema, Stardust, è la storia di Voyager 1 (la sonda spaziale lanciata nel 1977 per esplorare il sistema solare esterno). La sonda Voyager è l’oggetto creato dall’uomo più lontano dal sole in assoluto ed è testimone di bellezze e scene di distruzione inimmaginabili. L’intero personale di PostPanic (l’azienda creativa con sede ad Amsterdam) si è impeganto nella realizzazione di questo progetto realizzato principalmente in CG utilizzando le foto realizzate dalla stessa sonda.

THE GIFT di Carl Rinsch

In The Gift, sin dai primissimi minuti, siamo proiettati in un mondo fantastico, in un lontanissimo futuro, ma che poi non sembra essere così distante. Il viaggio inizia in una futuristica Mosca, e di materiale all’interno ce n’è davvero tanto. Una misteriosa scatola, un fantomatico unicorno, un Androide dalle incredibili fattezze umane. Una splendida fotografia, dai toni gelidi e dagli ornati maiolici, ci accompagna seguendo la storia, e fa il verso ai videogames, uno su tutti Half-Life. Cosa c’è in quella scatola, in quell’ambito dono?

XOOM di Joe Pastore

Uno dei tanti cortometraggi di Joe Pastore artista eclettico, regista, attore , compositore. XOOM è la storia di un viaggiatore del tempo. Il regista, prendendo spunto da questo suo corto, sta sviluppando la serie The Link di prossima uscita il 21 Ottobre. Anche gli italiani sanno fare fantascienza e Joe Pastore è da tenere d’occhio.


 

BATTLESTAR GALACTICA:BLOOD&CHROME

Per chi non la conoscesse, si tratta del Prequel di Battlestar Galactica. Ambientata nel mezzo del primo conflitto cylon, la battaglia tra umani e macchine si diffonde nelle 12 Colonie, un giovane William Adama, 20enne e appena uscito dall’accademia, viene assegnato ad una delle più potenti navi della flotta coloniale, il Galactica.

Doveva essere una webseries poi era stata promossa a serie televisiva per poi tornare al progetto originale dimostra come SyFy non ha mai saputo, sin dall’inizio gestire una serie della qualità di Battlestar Galactica. Aver un diamante per le mani e farlo cadere.

Alla fine della proiezione ne parleremo in sala perché il cineforum è aperto.


 

BATTLESTAR GALACTICA LA MINISERIE

Il reebot di Galactica. Il film che ha dato origine alla più innovativa e impressionante serie fantascientifica degli ultimi anni. Battlestar Balactica ha fatto scuola e da anni ormai è il termine di paragone cui riferire qualunque altra serie di Sci-Fi. Guardarla e riguardarla è sempre un piacere.


 

FRAKKING INTERNET

Una collezione di video presi dalla rete e non a tema Battlestar Galactica. Bloopers, fanvideo, musica e curiosità tutto a tema BSG.

  • L'Associazione Culturale USSArecibo è un'associazione senza fini di lucro che non intende ledere nessun Copyright. Tutti i diritti sono riservati Battlestar Galactica™. Battlestar Galactica™ è un marchio registrato Sci Fi Channel, NBC ed Universal Studios © 1978-2014. Powered by WordPress. Theme: Tatami by Elmastudio.

Vai su