La Dynamite annuncia Battlestar Galactica: The Death Of Apollo

BSGDOA01-COV-B-SMITH

La nota casa editrice di fumetti americana continua a puntare su Battlestar Galactica e annuncia una nuova serie in uscita a Dicembre. Battlestar Galactica: The Death Of Apollo (La morte di Apollo)

Come sapete nella serie classica del ’79 Apollo, interpretato dal fantastico (Richard Hatch), era il figlio dell’Ammiraglio Adama e il pilota di punta della Galactica. Nella serie Galactica 80 Apollo non c’era perché rimasto ucciso in battaglia.

Ebbene in Battlestar Galactica: The Death of Apollo #1 la flotta ha viaggiato per anni e gli ultimi sopravvissuti umani sembrano siano finalmente riusciti a lasciarsi alle spalle i Cylon e la guerra. Ma il pericolo non è del tutto scongiurato. Una voce dal passato e una bizzarra girandola di eventi mettono nuovamente in pericolo la Galactica e gli eventi che seguiranno cambieranno tutto, per sempre.

Una nuova serie a fumetti che per ora, come tutte le altre, non potremo leggere se non in lingua originale.

BSGDOA01-COV-A-Mayhew

BSGDOA01-COV-B-SMITH (1)

Comicspopoli 2014

Il BSGIC al Comicspopoli 2014!

Udite udite! Il BSGIC parteciperà a Comicspopoli 2014! Venite a trovarci e se lo farete in costume di BSG riceverete una maglietta Starbuck’s Coffee in omaggio!

Inoltre avrete la possibilità di iscrivervi al club e provare a cimentarvi nei giochi disponibili in fiera!

Comicspopoli si svolgerà il 6 e 7 Settembre 2014 a Forlimpopoli – INGRESSO GRATUITO!

Per maggiori info: https://www.facebook.com/events/1488330064747366/?source=1

Fumetti: Il sequel di Galactica 80 nel 2013!

Copertina Albo "Galactica 1980"La Dynamite Entertainment in occasione della New York Comicon di un mese fa,  ha annunciato una serie di nuovi titoli tra cui l’intenzione di realizzare un sequel dell’albo “Battlestar Galactica: 1980” uscito alcuni anni fa ad opera dall’ottimo Marc Guggehheim.

La nuova serie, che prenderà il via nel 2013, sarà realizzata dagli sceneggiatori Dan Abnett e Andy Lanning già conosciuti dai lettori americani per la realizzazione di altre serie fantascientifiche di successo.

E’ giusto spendere due parole sull’albo di Guggenheim soprattutto per chi di voi non avesse avuto l’occasione di leggerlo. Si tratta di un tentativo, direi anche veramente ben riuscito, di riscrivere la storia di Galactica 80 rendendola molto più credibile, realistica ed avvincente. Un pò l’operazione fatta da Moore quando si trovò a riscrivere Battlestar Galactica.

Il risultato è che il preambolo è lo stesso della serie, la Galactica giunge sulla Terra nel 1980. Le conseguenze però sono ben diverse e direi… catastrofiche. Senza rivelare nulla della storia, ma per darvi un’idea, posso farvi notare che nel 1980 ci troviamo ancora nel pieno della guerra fredda con le due superpotenze del mondo armate fino ai denti, pronte a rispondere ad ogni provocazione. Non aggiungo altro.

La storia, come vi dicevo, vola via piacevole, credibile e molto più “dark” della serie televisiva. Insomma un peccato che questi albi non siano stati ancora pubblicati in italiano.

Fatta questa breve prefazione, torniamo alla nuova serie di albi che partirà nel 2013. Il sito web Comic Book Resources (CBR) ha intervistato Lanning ed è emerso che  gli sceneggiatori hanno intenzione di effettuare un salto temporale di 33 anni (un numero scelto a caso?) e mostrarci come si è evoluta la situazione ma soprattutto come è si è evoluta anche tecnologicamente la nostra società, una volta che i coloniali sono entrati completamente a far parte di quel mondo. La storia sarà molto incentrata su Troy e saranno introdotti nuovi personaggi.

Intervista completa (attenzione spoiler): QUI